DIARIO SANITA' - fisinazionale

seguici su
foto
FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Vai ai contenuti

GOVERNO CADUTO ..NUOVO GOVERNO ...VIVA L'EUROPA.

fisinazionale
Pubblicato da in NAZIONE · 3 Settembre 2019
Uno "sgambetto" a piedi uniti da parte dell'Europa che proprio non vuole sentire ragioni ed interviene a gamba tesa su scelte che il popolo italiano  dovrebbe prendere da solo senza interferenze. Ed invece no... Moscovici dichiara : “Con governo M5S-PD più flessibilità. Non piangerò Salvini”. Ma chi è Moscovici ? Pierre Moscovici è un socialista ma liberista, europeista ma francesissimo. Tutto meno che un rivoluzionario. Lingua lunga e grande capacità di fiutare cosa frulli nella testa delle masse. Molti ci provano, uno solo vince. Lui vince. “Veni, vidi, MoscoVICI”, latineggia l’Economist riferendo l’accaduto. Per la precisione, si tratta di una deroga di due anni al limite massimo per riportare entro la soglia del 3 percento il rapporto tra deficit e Pil. La regola che fa impazzire tuti i governi italiani.I frutti del successo vengono colti immediatamente: Hollande lo ringrazia facendone il commissario all’economia di tutta l’Ue: se la presidenza della commissione è andata ad un Junker considerato uomo di Angela Merkel, la seconda carica tocca ai francesi. È l’Europa Carolingia.  La domanda centrale gliela pone un anonimo deputato spagnolo: “Ci dica il nome di tre riforme economiche raccomandate dall’Unione che lei, da ministro delle finanze, ha avuto cura di realizzare nel corso del suo mandato”. Domanda trabocchetto: in cambio dei due anni di slittamento, i francesi avevano promesso di: 1) rivedere le regole del mercato del lavoro; 2) liberalizzare l’economia; 3) migliorare la politica fiscale. E niente o quasi era stato fatto. Il candidato rispose: “I bilanci statali da me stilati non hanno mai violato le regole comunitarie”. In Aula scoppiò il finimondo: se qualcuno avesse avuto in mano il libretto di Moscovici glielo avrebbe sicuramente strappato. Eppure alla fine l’esame fu superato. Perché il candidato aveva avuto cura di mettere dalla sua parte la Presidente, Angela Merkel. Fu così che lui ebbe l’incarico, ma a patto di non dar troppo fastidio alla Germania. Ancora una volta: l’Europa Carolingia.   Lui venne definito una fetta di prosciutto in due fette di pane tedesche, definizione che tutt’ora regge.
In questo asse Germania - Francia , ad essere schiacciate,  sono tutte le altre nazioni e l 'Inghilterra lo ha capito e perciò ha deciso di andarsene da questa Europa che tutto è tranne che ispirata a principi solidaristici ed anche se le pressioni internazionali delle altre nazioni stanno cercando di far rimandare il tutto. Il Governo italiano, quindi, nasce con il beneplacito dell'Europa che ci chiederà di non sforare sul debito e di fare ulteriori sacrifici al grido "lo chiede l'Europa". Staremo a vedere...., indubbiamente il Governo che è nato è un governo legittimo fino a quando vi saranno i numeri in Parlamento , anche se in parlamento stanno arrivando le prime defezioni proprio all'interno del movimento 5 stelle. L'europa , al momento, con la benedizione della Francia e della Germania  può stare tranquilla, al governo vi sono "fidati cani di guardia" che mai metteranno in discussione l'unità e l'egemonia di Francia e Germania all'interno ed alla guida della stessa e come premio avranno "più flessibilità" . Che brutta fine per una nazione che è la 7° potenza indistriale e che, essendo collocata geograficamente in mezzo al Mar Mediterraneo, potrebbe chiedere ed ottenere tutto senza pregare nessuno. Oramai la via è tracciata , al di là della durata di questo governo, alle prossime elezioni lo scontro politico sarà tra chi vuole interamente la propria sovranità nazionale senza interferenza alcuna e chi,  come Giuda, si accontenterà di 30 denari. Da questa Europa è meglio fuggire tracciando rotte alternative di mercato con nuove alleanze, di Europa - oramai - si muore....    





Nessun commento

Torna ai contenuti