DIARIO SANITA' - fisinazionale

seguici su
foto
FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Vai ai contenuti

CGIL, CISL E UIL, ENNESIMO SCHIAFFO AI LAVORATORI..

fisinazionale
Pubblicato da in NAZIONE · 20 Marzo 2020
14 MARZO 2020.
Nel Protocollo d’Intesa tra le parti sociali (Cgil, Cisl, Uil, Confindustria e Confapi) siglato in questi giorni, dopo 18 ore di trattativa, da Governo, Cgil Cisl Uil, Confindustria e Confapi per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro a garanzaia della salute e della sicurezza dei lavoratori. Le imprese - si legge nel documento - potranno disporre la chiusura di tutti i reparti diversi dalla produzione o, comunque, di quelli dei quali è possibile il funzionamento mediante il ricorso allo smart work, o comunque a distanza, di procedere ad una rimodulazione dei livelli produttivi e di assicurare un piano di turnazione dei dipendenti dedicati alla produzione con l'obiettivo di diminuire al massimo i contatti e di creare gruppi autonomi, distinti e riconoscibili.
Inoltre, le aziende devono utilizzare in via prioritaria gli ammortizzatori sociali disponibili nel rispetto degli istituti contrattuali (par, rol, banca ore) generalmente finalizzati a consentire l'astensione dal lavoro senza perdita della retribuzione.
È previsto anche l'utilizzo dei periodi di ferie arretrati e non ancora fruiti. Di fatti , tutti i datori di lavoro stanno "costringendo" gli operatori a fruire di tutte le ferie e permessi non usufruiti e certamente , fino a mggio, tutti i lavoratori vedranno "bruciare" tutte le loro ferie. Certo che consumare le proprie ferie in un regime paragonabile agli arresti domiciliari deve essere proprio una goduria....Certo si poteva prevedere che le ferie, cosiddette di ufficio disposte per l'emergenza , potevano essere recuperate  - tramite accordo sindacale regionale - attraverso la cassa integrazione in deroga o prevedere qualche altra forma che permettesse di poter  recuperare e godere  anche in seguito di un periodo di ferie, anche obbligatorie, ma ferie e non arresti domiciliari .....che dire ...fare accordi incomprensibili per far "interpretare" a proprio uso e consumo ai datori di lavoro  un diritto costituzionalmente sancito è proprio una svendita.....che i lavoratori provvedano...a disdire tutte le tessere...    



Nessun commento

Torna ai contenuti