DIARIO SANITA' - fisinazionale

DIPARTIMENTO NAZIONALE PROFESSIONI SANITARIE DELLA FSI - USAE
seguici su
foto
FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Dipartimento Professioni Sanitarie. Sede nazionale : via Ceffato, 127 - 84025 Eboli (SA)
logo
Vai ai contenuti

PRESIDENTE MATTARELLA: INTERPRETAZIONE DELLA NORMA, BUON SENSO O ALTO TRADIMENTO ?

fisinazionale
Pubblicato da in NAZIONE ·
"Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri (3) e, su proposta di questo, i ministri." (art. 92 della Costituzione italiana). La RATIO della legge vuole che nelle intenzioni del costituente la nomina del Presidente del Consiglio spetta al Capo dello Stato in quanto questi è figura autorevole e super partes in grado, quindi, di fare una scelta ponderata laddove una situazione delicata lo rendesse necessario.La fase relativa alla nomina del nuovo Capo di Governo ( Presidente del Consiglio ) si compone, in realtà, di tre distinti decreti presidenziali. Nel primo viene effettivamente nominato il nuovo Presidente del Consiglio. Nel secondo vengono nominati i singoli ministri, che il neoeletto ha indicato in apposita lista. Nel terzo si accettano le dimissioni rese, nel frattempo, dall'esecutivo uscente.
E' difficile che, una volta nominato il Presidente del Consiglio, venga posto il veto su di un singolo nome e su un singolo Ministero appartenente ad una lista di Ministri scelti dalla parte politica che ha condiviso un programma politico di maggioranza. Il proposto Ministro in questione (Paolo Savona, in alto a sinistra economista e noto antieuropista), avrebbe la "colpa" di non essere ben visto dall'Europa, tant'è che lo "SPREAD" si è "impennato" improvvisamente generando preoccupazioni ulteriori in Europa. Ma cosè lo SPREAD?   Con il termine SPREAD, letteralmente in italiano differenziale, viene ormai comunemente indicata la forbice di differenza tra il rendimento offerto dal Btp a 10 anni e dal suo omologo tedesco, il Bund. Un aumento dello SPREAD genera maggior debito pubblico poichè aumenta gli interessi dovuti dallo Stato a chi finanzia o ha finanziato il debito italiano. Fin qui tutto chiaro, ma può lo SPREAD, il BUND e l'Europa decidere il futuro politico di un paese membro "interferendo" su una libera elezione? E poi le banche e gli investitori possono decidere se un Governo di un dato paese è affidabile o no "punendo" o "premiando" un intero popolo su scelte che dovrebbero essere libere? E aumentare lo "SPREAD" , senza limiti alcuni, non rientra nell'usura? Che un popolo debba onorare i propri debiti è cosa certa , e che chi ha prestato i propri soldi (banche , investitori ecc.) debba rientrare dei propri soldi avendo riconosciuto un interesse "equo" e cosa altrettanto certa, ma "usurare" un intero paese per le proprie scelte politiche è una cosa non tollerabile.....Evidentemente c'è da variare qualcosa se si vuole mantenere l'unità in Europa. Il Presidente Mattarella, fino all'ultimo istante, ha cercato di far sostituire Paolo Savona con un nome "più gradito" dall'Europa senza riuscirci e rimandando il tutto alle camere , questa azione è stata dettata da "una interpretazione della norma", dal "buon senso" o è stato un "tradimento" della volontà politica espressa dal popolo italiano nell'interesse di altri paesi (ricordiamo che il BUND è tedesco) e dell'Europa? ai cittadini la risposta  



Nessun commento


Torna ai contenuti