DIARIO SANITA' - fisinazionale

seguici su
foto
FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Vai ai contenuti

CORONAVIRUS....QUALQUADRA NON COSA....

fisinazionale
Pubblicato da in NAZIONE · 4 Marzo 2020
Per dirlo alla "Luca Giurato" , noto conduttore televisivo < Qualquadra non cosa..>, i conti non tornano. E' forse l'ora, per il nostro governo, dire cosa si nasconde dietro a questa virosi che ha dei numeri imbarazzanti. Iniziamo dal tasso di mortalità o letalità : Il tasso di letalità, spesso indicato semplicemente come letalità, è una misura di incidenza utilizzata in epidemiologia, che indica il numero totale di decessi per una determinata malattia in rapporto al numero totale di soggetti affetti da tale malattia. Appare, da questa dizione,  una prima variabile non quantificabile che è rappresentata dal "numero totale di soggetti affetti" , infatti chi con sintomi di infezione evidenti (tosse , febbre , ecc. ) si reca in ospedale  è solo una percentuale delle persone che ha contratto il virus. Una buona parte delle persone, invece, che ha contratto la virosi ma che non ha avuto sintomi non sarà mai individuata , falsando così ogni dato statistico. Tutto questo premesso , su un numero "X" di infettati accertati , finora circa il 3,8 % ha subito effetti letali e che , a ben vedere, probabilmente e percentualmente potrebbero essere molto di meno. A questo, come variabile, bisogna sottrarre chi è deceduto "con il Coronavirus" e "non per il Coronavirus". Ma allora perchè tanto allarmismo per una virosi che è sovrapponibile ad una virosi influenzale? Una delle risposte che si sente tra i salotti della medicina televisiva è che il virus cambia RNA e che non ci sono vaccini e che ci sono ricadute ....perchè gli altri virus - pure influenzali -  non cambiano composizione rendono praticamente parzialmente utili o addirittura  inutili i vaccini ? Cui prodest?, a chi giova tutto ciò?
Non si vogliono, qui, contestare le misure di contenimento della propagazione dell'infezione, il distanziamento sociale, la buona educazione nel tossire o starnutire, isolare zone a rischio, preservare le condizioni di pazienti a rischio, anziani e bambini, sono tutte misure condivisibili per diluire nel tempo l'infezione. Creare allarmismi, chiudere le attività produttive , chiudere le scuole  , francamente sembra eccessivo e deleterio non solo per l'economia ma anche per il vivere quotidiano : sembra di essere davanti ad un coprifuoco o , addirittura, in guerra contro un nemico invisibile....A meno che, qualcuno non sappia qualcosa che gli altri non sanno.....Perchè proporre ed imporre restrizioni di libertà personali ad un intero popolo se i numeri dell'infezione sono sovrapponibili ad una comune influenza e perchè per le comuni influenze non è mai stato fatto tutto ciò? Siamo di fronte ad una "grande esercitazione" per una guerra batteriologica o , meglio, virologica? Siamo di fronte ad una "strategia" di vendita farmaceutica in tempi di crisi , o non si è sicuri della matrice dell'Infezione....Il virus è "sfuggito" da un laboratorio cinese? o si tratta di un "esperimento virologico globale" premessa di qualche altra cosa? Qui i "complottisti" potrebbero dilagare.....E' comprensibile che , in un primo momento, ci sia stato uno sbandamento delle istituzioni e della popolazione di fronte ad un nemico invisibile, però ora bisogna risollevarsi e andare avanti mantenendo le normali precauzioni abbondantemente già citate e ritornare alla vita normale cercando di preservare le persone più a rischio. Con il senno di poi ci diranno, se vorranno, cosa vi è stato e cosa vi è dietro questa "frenesia".....     



Nessun commento

Torna ai contenuti