DIARIO SANITA' - fisinazionale

DIPARTIMENTO NAZIONALE PROFESSIONI SANITARIE DELLA FSI - USAE
seguici su
foto
FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Dipartimento Professioni Sanitarie. Sede nazionale : via Ceffato, 127 - 84025 Eboli (SA)
logo
Vai ai contenuti

BUON VOTO: MA NESSUNO TACCIA.....

fisinazionale
Pubblicato da in NAZIONE ·

Il 26 maggio si voterà per le elezioni europee, molti chiedono consigli, pochi sono decisi al voto, tutti hanno voglia di aria nuova. Movimento 5 stelle e Lega hanno avuto molti riscontri nelle ultime elezioni, il Partito Democratico (P.D.)  ed i partiti di sinistra hanno accusato una "defeat" che ricorda i giorni più bui di chi pretende di voler rappresentare il popolo e gli operai. D'altro canto, i partiti c.d. "sovranisti" sostengono la preservazione o la ri-acquisizione della sovranità nazionale da parte del popolo e dello Stato, in contrapposizione alle istanze e alle politiche delle organizzazioni internazionali e sovranazionali, come - a solo titolo di esempio - l'Europa. Tale "dottrina politica" si è affermata dall'entrata in vigore dell'euro nei paesi membri della comunità europea ed a seguito dei continui errori della sinistra che ha danneggiato gli italiani. Prodi (P.D.) viene ritenuto colpevole di aver svalutato troppo  il valore della lira nei confronti dell'euro : duemila lire circa per un euro , al cambio, è  nei fatti diventato nei portafogli italiani il doppio delle spese e la metà dello stipendio, poichè a non muoversi sono stati solo gli stipendi degli italiani mentre i costi delle materie prime e dei beni di consumo sono pressochè raddoppiati. E che dire dei governi tecnici che si sono susseguiti i cui attori , a solo titolo di esempio Monti e Fornero, hanno lasciato strisce di sangue italiano sul campo ed un aumento esponenziale della tassazione che solo in Italia si è visto, con un solo paragone: la Grecia. A livello locale le cose non cambiano e chi del P.D. ha avuto la possibilità di governare una regione ha miseremante fallito. Un esempio eclatante è De Luca  (P.D.), Presidente della Regione Campania, che ereditando un debito di ben 8 miliardi di euro lasciato da una politica dissennata di Bassolino ( sempre P.D.) proseguita da una politica di stallo di Caldoro è riuscito a far diventare la Campania penultima tra le regioni italiane in sanità. Eppure lo slogan politico di De Luca è stato "mai più ultimi" ed invece ultimi per erogazioni di prestazioni sanitarie, nemmeno un Piano Ospedaliero approvato, irpef regionale e ticket sanitari alle stelle in una regione ad alto tasso di povertà e disoccupazione e dove rispetto ad altre regioni si muore prima: complimenti , un bel traguardo per la sinistra che in Campania ha contribuito a far rinunciare alle cure  a chi non ne ha possibilità economica. Eppure , a ben guardare gli scandali in sanità, tra esternalizzazioni selvagge e chiusure di attività sanitarie pubbliche si sono moltiplicati i casi di parentopoli e di sanitopoli ed hanno interessato , ultimamente, non solo la Campania ma anche l'Umbria anch'essa con guida politica di sinistra.... Qui risiede il vero motivo della crescita esponenziale della Lega e del M5S : la coerenza dimostrata nel bloccare gli sbarchi di clandestini in terra italiana, sbarchi  tutelati da "ONG" troppo interessate e da politici di Sinistra troppo "pronti" ad accogliere i migranti ed a fare affari,  e la messa in campo de "il reddito di cittadinanza" hanno confermato che la politica quando vuole le cose le può fare. Ora il 26 maggio si vota, resta a noi decidere se vogliamo continuare a tutelare una politica europea dettata dalle banche, o, preservare la nostra identità e sovranità popolare mettendo un freno alle continue interferenze dell'Europa sulla politica economica italiana . Resta a noi decidere se vogliamo cambiare aria , o ammuffirci nella vecchia politica che - se è vero che non ti fa affondare - ti costringe a sopravvivere giorno per giorno mendicando pietà ad un organismo sovranazionale ( europa) che invece di unire, divide i paesi membri ponendo gli interessi delle banche a quelli dei popoli. Buon voto, ma nessuno taccia su queste cose, e ricordatevi sempre che le rivoluzioni si fanno con la penna....  



Nessun commento


Torna ai contenuti